Skip to Content
EB-1

Aree di attività

EB-1

La classificazione EB-1 ha il vantaggio di portare alla green card in pochi giorni e senza bisogno di uno sponsor.

Tale visto è destinato a:

  1. Individui di straordinarie abilità;
  2. Dirigenti di aziende internazionali;
  3. Eccezionali professori e ricercatori universitari.

1 – Individui di straordinarie abilità:

Qualunque campo di applicazione può essere incluso in questa categoria.

Per poter ottenere la green card utilizzando questa categoria, sarà necessario dimostrare di aver ottenuto un premio di assoluto livello nel proprio campo, oppure bisognerà dimostrare le proprie abilità straordinarie per altre vie.

Pertanto, il premio di assoluto livello è di per se’ sufficiente. Qualora tale premio mancasse però, sarà comunque possibile dimostrare le proprie abilità straordinarie presentando prove alternative, sostanzialmente identiche a quelle richieste per il visto O-1. In questo caso però, il criterio di valutazione sarà più rigido rispetto a quello utilizzato nel visto O-1, e per ottenere la green card sarà; necessario produrre prove particolarmente convincenti.

2 – Dirigenti di aziende internazionali:

La classificazione EB1 si applica anche a manager o figure executive da trasferire all’interno di una stessa compagnia, da una sede all’estero (non per forza in Italia), a una sede succursale, affiliata o consociata negli Stati Uniti. E’ fondamentale però’ che durante i tre anni precedenti la richiesta di visto, il richiedente abbia lavorato continuativamente per almeno un anno per la compagnia in una sede al di fuori degli USA, e abbia ricoperto mansioni manageriali o direttive.

E’ evidente la similarità della classificazione EB1 per manager multinazionali con il visto L. La principale differenza pratica è che, ai fini dell’EB1, la sede americana nella quale ci si trasferisce deve essere già sostanzialmente operativa, e non in fase di avviamento (cosa invece possibile all’interno del visto L). Ovviamente, vi è anche una basilare differenza d’impostazione tra i due visti. Dato che il visto L è un visto non-immigrant, e la classificazione EB1 consente invece di ottenere la green card per residenti permanenti.

NOTA: Spesso viene affermato che il Visto L sia un requisito necessario prima di poter richiedere la green card mediante EB-1 come manager internazionale. Tale affermazione non corrisponde al vero. Sebbene le possibilità di ottenere un EB1 siano molto alte nel caso in cui si sia già rinnovato il visto L, è in realtà possibile richiedere direttamente la green card con procedimento EB1 come primo visto, senza passare dal visto L. I due visti sono infatti totalmente scollegati ed indipendenti al livello giuridico.

3 – Professori Universitari di Chiarissima Reputazione:

La classificazione EB-1 per professori universitari richiede almeno tre anni di esperienza d’insegnamento o di ricerca in un determinato ambito accademico, assieme alla prova di un formale riconoscimento a livello internazionale per gli eccezionali traguardi conseguiti nel medesimo settore. A differenza delle altre categorie EB1, questa classificazione richiede un un’offerta di lavoro full-time da parte di un istituto d’istruzione superiore negli Stati Uniti.

In merito a tali visti, l’avvocato Sonia Oliveri è disponibile a fornire una prima consulenza gratuita.

Familiari del richiedente:

Parallelamente al richiedente, il coniuge ed i figli al di sotto dei 21 anni, purché non sposati, potranno richiedere la green card utilizzando la richiesta del richiedente. Ovviamente, una volta ottenuta la green card, sarà possibile, decorso l’opportuno lasso di tempo, richiedere la cittadinanza Statunitense.